Vita

 

 

Il sole ha inondato la mia camera e la mia vita, questa mattina, insieme al mio cuore, ai miei occhi, al mio sorriso.

Il sole ha questo straordinario potere su di me. E mi ha riaccesa, dopo un lungo – lunghissimo – periodo di letargo.

Dopo pranzo bacio le persone che amo e fuggo via. Il termostato della mia macchina segna 27 gradi, il sole è caldo, la strada deserta. Lorenzo Jovanotti canta la sua musica.

92ae8484d59f290d50726053e566aac3.jpgUn falco fermo al centro della strada mi costringe a rallentare, per dargli precedenza, ma anche per essere ammirato, con la sua straordinaria apertura alare. Spingo il piede sull’acceleratore che arriva, tranquillo, a segnare 150 km/h. Le forze dell’ordine oggi non avranno tempo né voglia di rilevare infrazioni e saranno fuggiti, probabilmente al mare.

Il mio percorso sembra una immensa distesa di verde.

E le mie gambe han camminato tanto e la mia faccia ha preso tanto vento e coi miei occhi ho visto tanta vita..

Mi sembra di fondermi in questo percorso. Penso che BigBill abbia ragione da vendere. Sì, siamo sopravvissuti ad una nuova batosta. D’altra parte, le nostre spalle sono larghe e possenti.

Scusami, scusami, scusami. Usami, usami, usami.

Mi sembra che l’anima, a tratti, si stacchi da me, per volare nel cielo, a cercare quel falco magnifico. Mi sembra di scottare per il tanto calore. Guidando, cantando, penso a coloro che amo.

E le mie mani hanno applaudito il mondo, perché il mondo è il posto dove ho visto te. Dove ho visto te. Dove ho visto te.

Ma si può scrivere una canzone così bella ed associarle un tango? Evidentemente si può. E penso al tango e alla passione. Al tanto vissuto. Ricordo occhi che non potrò mai dimenticare.

E c’è una parte della Luna che assomiglia a te, quella dove si specchia il Sole che ispira musica e parole. Baciami, baciami, baciami. Mangiami, mangiami, mangiami.

Sole e Luna. Sole per vivere. Luna per sognare. Per lasciarsi andare. Per farsi trasportare dalla corrente calda. Tango a sottolineare la passione di una vita che non chiede giustificazioni. Spazi aperti e spazi chiusi.

E c’è una parte dentro all’Africa che assomiglia a te. Una leonessa coi suoi cuccioli, che lotta sola per difenderli.

Le mie unghie sono rovinate dai tanti graffi dati. Il mio corpo custodisce i segni di quelli ricevuti. Mentre il Sole cancella tutto e tira fuori la parte migliore di me, quella con la testa alta ed il sorriso aperto. Quella della maschia e della bambina. Quella che oggi avverte in sé la primavera, quella che fa sbocciare i fiori profumati, che ti fa camminare con il volto al cielo, che ti fa credere e credere e credere ancora, che ti fa capire di aver compiuto la scelta giusta.

E c’è una parte della vita mia che assomiglia a te, quella che supera la logica, quella che aspetta un’onda anomala.

A casa ho spalancato la porta-finestra che affaccia sul terrazzo. L’acqua per la gazza che certo avrà sete in questa calda, calda domenica. I piedi nudi. La foto posata su un ripiano. La nuova candela per illuminare le mie notti. La pianta sempre più rigogliosa, il vorticare della lavatrice che mi porta con sé in una danza nuova. Le parole di Bill, il messaggio di Aka, i ricordi passati.

552184e6b1fe68a925c69f9b4090dd76.jpgFrammenti di vita che tornano a galla, per potere del Sole. La mia testa nuova che viene accarezzata una leggera brezza.

E tutto ricomincia, finalmente. Tutto torna a nascere e a vivere e ad aprirsi al mondo. Perché il Sole mi ha svelato un segreto. Sì, nonostante tutto, da oggi si ricomincia. Davvero.

Ringrazio lavale che ha creato questo video meraviglioso, pubblicandolo su youtube.

Vitaultima modifica: 2008-04-20T17:10:00+02:00da cloemi
Reposta per primo quest’articolo

6 pensieri su “Vita

  1. Che bello questo post. davvero si sente la VITA dentro. Il dono più prezioso. Qui a Torino piove a dirotto, termosifoni accesi e umidità. Ahimè.

  2. Mia Dea, nostra Dea… qui piove e fa freddo. Arrivano segnali dai nuovi barbari che calano dal nord pronti a spogliarci anche della dignità. Che fare?

  3. Grazie Mirna, farò come dici tu. Stanotte mi riposo, e penso solo a me stesso. Non si ouò mica sempre salvare il mondo.

  4. Cara Mirna… cara Cloe… cara .. mia….
    Il sole stasera splende in questa camera anche se ormai è buio fuori… ma leggendo le tue parole è come se spalancassi la finestra su una mattina di primavera!
    Siamo reduci? Può darsi…
    Una cosa è certa, rinascere è molto meglio che nascere.. in più si ha una maggiore consapevolezza.
    Ma questa Italia mi riempie di tristezza…
    ti abbraccio e ti bacio
    Daniel

I commenti sono chiusi.